Casaralta Che Si Muove

Caserma Sani

Dimensione dell’area

  • 108.861 mq di superficie territoriale
  • 21.959 mq attualmente coperti, distribuiti in 26 edifici

Proprietà attuale

Agenzia del Demanio (Stato Italiano) che l’ha ricevuta dal Ministero della Difesa.
La Caserma è inserita in Valore Paese: il complesso progetto di valorizzazione del patrimonio immobiliare dello stato, focalizzato soprattutto sulle ex aree militari.
Il Comune di Bologna collabora in modo determinante per il progetto di valorizzazione dell’area.

Storia

La caserma inizia ad operare ai primi del 1900 e, dopo diverse destinazioni d’uso nel corso della sua centenaria vita, alla fine del secolo scorso ha cessato ogni funzione militare.
Fino al 2010 sono rimaste al suo interno alcune abitazioni a disposizione del personale del Ministero della Difesa.

caserma-sani


Progetto

Il progetto della Ex Caserma Sani è ancora da mettere a fuoco nei particolari ed è realizzabile soltanto in seguito all’elaborazione ed all’approvazione di un Piano Urbanistico Attuativo, accompagnato da un percorso partecipativo.
A grandi linee si prevede che gli edifici della vecchia Caserma saranno in parte ristrutturati per ospitare nuove funzioni, in parte invece integrati con  nuove costruzioni: abitazioni e piccole attività commerciali ed artigianali.
Sono inoltre previsti spazi per attività ricreative, culturali e sociali (strutture sportive, centri culturali, servizi sociali ecc.) oltre a strutture ricettive (hotel), anche rivolte ai giovani (ostello).
Si può ipotizzare una superficie utile di circa 34.000 – 48.000 mq

  • 25.000 – 39.000 mq ad abitativo privato (verso giardino Duc)
  • 3.200 mq di piccolo commerciale (parte centrale verso Casaralta)
  • 3.200 mq di direzionale (parte centrale verso Casaralta)
  • 2.700 mq di edilizia sociale pubblica
  • 2.500 mq di spazi collettivi

oltre a

  • 41.000 mq di verde (fronte via Ferrarese e in parte via Stalingrado)
  • 6.500 mq di parcheggi (fronte via Stalingrado)
  • 3.000 mq di attrezzature
  • 6.000 mq di extra standard

Stato di avanzamento

Oggi la Caserma è oggetto di aste internazionali per essere ceduta.
La prima e la seconda asta (dicembre 2010 e marzo 2011), con una base di 42 milioni di euro, è andata deserta.
I tempi per la cessione non sono definiti.
Dal momento della cessione all’inizio dei lavori, considerato il vincolo del Piano Urbanistico Attuativo, trascorreranno non meno di due anni.
Quindi i lavori molto probabilmente non inizieranno prima del 2014.

Tempi previsti per la conclusione

Se i lavori iniziano nel 2014, si può ipotizzare un buono stato di avanzamento verso il 2016.

Principali impedimenti

Non vi sono impedimenti al momento
I nodi principali sono

  • le condizioni del mercato immobiliare
  • il possibile prezzo di aggiudicazione
  • i vincoli al Piano Urbanistico Attuativo da parte del Comune e del percorso partecipativo

 

associazione per la valorizzazione del territorio