Casaralta Che Si Muove

Manifattura Tabacchi

Dimensione dell’area

  • 100.980 mq di superficie territoriale
  • 91.004 mq di superficie lorda edificata
  • 515.860 mc di volume edificato

Progettazione 

Realizzazione di un Tecnopolo che ospiterà sino a 1.000 ricercatori è articolato su tre macro aree

  • l’insediamento di enti e società di ricerca, ospitati negli edifici del nucleo edilizio originario, con ingresso sulla via della Manifattura.

L’ingresso, dotato di reception e di bar caffetteria, consentirà l’accesso ai piani terra nelle zone di recapito dei collegamenti interni verticali di ogni edificio.
I singoli edifici ospiteranno uno o più enti, con proprio accesso separato, provvisti di uffici, di laboratori di ricerca e locali di servizio oltre a salette per incontri o didattica, di piccole dimensioni, ad uso esclusivo;

  • un centro per la comunicazione scientifica, dotato di una grande sala convegni, sale di incontro, zona per esposizioni, di un foyer comune e di una caffetteria.

Nelle vicinanze viene localizzato il nuovo edificio per la scuola di infanzia a servizio anche del Tecnopolo;

  • la zona per servizi generali quali foresteria, minimarket, fitness, ristorante ecc.

Oltre a

  • gli impianti elettrotermofrigoriferi;
  • il Centro di elaborazione dati comune;
  • vaste aree a verde, zone per la sosta e per la socialità, percorsi di accesso ai vari edifici e piazzali per le necessità operative;
  • i parcheggi che verranno principalmente allestiti all’esterno del complesso

Stato di avanzamento e tempi previsti per la conclusione

Il cronoprogramma definito nel dalla Regione con Finanziaria Bologna Metropolitana prevede

  • avvio di una prima ristrutturazione per una prima parte di insediamenti realizzati entro dicembre 2011;
  • conclusione del concorso internazionale di progettazione architettonica per la ristrutturazione dell’intero complesso entro 2011;
  • realizzazione dell’affidamento lavori di ristrutturazione dell’intero complesso nel corso del 2012;
  • completamento dei lavori per il Tecnopolo entro la fine 2015.

I tempi sono slittati al momento di circa 18 mesi rispetto a quelli previsti nel 2009 dalla Regione stessa.

Proprietà attuale
Regione Emilia Romagna.
Regione e Comune hanno insediato un Gruppo di lavoro con la partecipazione dell’Amministrazione Provinciale per seguire la realizzazione del Tecnopolo.
La Regione ha dato incarico a Finanziaria Bologna Metropolitana di seguire la definizione delle linee progettuali.

Principali impedimenti
Non si vedono impedimenti particolari, se non procedurali.

associazione per la valorizzazione del territorio